Home / Promozioni Banche investimenti e finanze / Comprare casa: il miglior mutuo

Comprare casa: il miglior mutuo

Comprare casa: il miglior mutuo

A caccia del miglior mutuo, questo è il momento buono.

Con gli interessi ai minimi, i tassi variabili valgono la metà dei fissi

L’esperto: Meno rischi se si sceglie una formula che ha un tetto.

Alla fine, non ci resta che il mattone.

Con la Borsa che va in tilt e i titoli di Stato non più così sicuri, cosa c’è di meglio di un investimento immobiliare?

La bolla scoppiata qualche anno fa ha abbassato i prezzi delle case, i tassi d’interesse scesi ai minimi hanno reso davvero appetibili i mutui.

Insomma, il momento è buono per acquistare.

Non a caso, i dati diffusi ieri dall’Agenzia del territorio mostrano che il mercato immobiliare, nel primo trimestre di quest’anno, è tornato in crescita dopo tre anni (+3,4% sul 2009). «Il settore è in ripresa— spiega Roberto Anedda, vice presidente di MutuiOnline—e gli istituti di credito stanno offrendo prodotti di finanziamento a condizioni convenienti, con tipologie più evolute».

mutuo più convenienteBuon compromesso

La nuova frontiera è il tasso variabile con il cap rate.

Funziona così: si sceglie il tasso variabile, che in questo momento èmolto basso perché segue l’indice Euribor (il tasso d’interesse a cui le banche europee si prestano denaro), ma viene fissato un tetto sopra il quale non si può andare. «In questo momento, le offerte migliori— dice Anedda—pongono il cap rate al 5,5%, abbastanza vicino ai tassi fissi più economici, che si attestano sul 4,8-5%.

Quindi, vale la pena scegliere questo prodotto».

Attenzione, però, allo spread, cioè alle commissioni per la banca: sarà più alto rispetto al mutuo a tasso variabile puro. (leggi anche Come scegliere il mutuo migliore)

Le scelte dei clienti

Secondo l’Osservatorio di MutuiOnline, il 70% degli italiani chiede un finanziamento a tasso variabile; aumentano le durate dei mutui (il 38,6% li chiede tra i 30 e i 40 anni) e gli importi richiesti (la media è di 145.894 euro).

I mutui a tasso fisso proposti nel nostro Paese sono tra i più cari d’Europa, ma Monica Guarino, responsabile mutui di Pro- Family (Gruppo Bpm), spiega il perché: «Le esecuzioni immobiliari in Italia hanno una durata più lunga rispetto agli altri Paesi. E poi, la mancanza di penali per l’estinzione anticipata espone le banche al mancato recupero dei costi necessari per una corretta gestione del finanziamento ».

Il variabile, pur essendo più rischioso, attualmente conviene. (Vedi Informazioni Mutuo Online: la newsletter).

In generale, queste sono le buone pratiche da seguire. «Valutare attentamente ricorda Monica Guarino il rapporto tra le proprie entrate e l’importo della rata, tenendo conto che è prudente non superare il 30% di indebitamento; sottoscrivere delle valide polizze assicurative che coprono il rischio; verificare che l’Isc, il valore in percentuale che indica il costo complessivo del mutuo, sia al di sotto delle soglie dell’usura ».

RICHIEDI GRATIS IL PREVENTIVO PER IL TUO MUTUO

Voto
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa il codice di controllo: *