Home / Promozioni Banche investimenti e finanze / Il riscatto del sinistro: Assicurazione RC auto

Il riscatto del sinistro: Assicurazione RC auto

Il riscatto del sinistro: Assicurazione RC auto

La maggior parte delle polizze RC Auto è basata sul meccanismo del bonus/ malus.

Se nell’anno precedente non si sono causati incidenti, allora la classe di merito migliora, mentre se si sono provocati uno o più sinistri la classe peggiora (minimo di due classi in più).

Il riscatto del sinistro: Assicurazione RC autoIl miglioramento/peggioramento di classe di merito è uno dei parametri in base al quale viene costruito il premio RC Auto: migliorare di classe signifi ca pagare di meno, peggiorare di classe vuol dire pagare di più.

Poiché ogni incidente che causiamo comporta un peggioramento della classe di merito bonus/ malus con conseguente aumento del premio, in alcuni casi può convenire riscattare il sinistro.

Il riscatto del sinistro

In caso di incidente con colpa da parte vostra esiste un modo per evitare di scivolare in una classe di merito più bassa e pagare un premio più alto: riscattare il sinistro. Si tratta della possibilità offerta da quasi tutte le polizze di rimborsare alla compagnia al momento del rinnovo le somme versate per l’incidente in questione. Prima che vi venga consegnato l’attestato di rischio (consegna che deve avvenire poco prima della scadenza della polizza), potete quindi decidere di ripagare il sinistro.

La convenienza del riscatto del sinistro

Ma è conveniente? Per rispondere a questa domanda occorre calcolare se i maggiori premi assicurativi pagati a causa dell’incidente che ci fa scendere nelle classi di merito siano più alti dell’importo che dovremmo pagare per il riscatto. Per aiutarvi a fare questo calcolo abbiamo messo a punto una formula, che spieghiamo nel riquadro.

Applicare la formula

Innanzitutto dovete avere sotto mano le condizioni di polizza da cui si possano individuare i coefficienti di premio assegnati dalla compagnia a ogni classe di merito, e ovviamente il premio RC Auto dell’anno in cui è stato provocato il sinistro.

Poi occorre verificare la classe di merito dell’anno in cui si è provocato il sinistro e quella cui si verrà assegnati (questa informazione si può recuperare dalle condizioni di polizza).

Infine bisogna conoscere a quanto ammonta il sinistro pagato dalla compagnia assicurativa al terzo. Nel caso in cui il sinistro sia stato pagato con la procedura dell’indennizzo diretto occorre chiedere le informazioni alla Consap (http://gesmalus.consap.it/ ApriPratica.aspx).

Dopodiché, calcolatrice alla mano, si può applicare la formula al proprio caso specifico.

Il risultato

Se il valore che si ottiene è inferiore a quello che ha il sinistro pagato dalla compagnia allora non è conveniente riscattare.

Il riscatto invece è conveniente se il valore trovato con la formula è superiore al valore del sinistro pagato dalla compagnia al danneggiato.

Vedi Effettuare un preventivo polizza assicurativa RCA online

Da Scegliere la polizza giusta: Assicurazione RC auto

Voto
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa il codice di controllo: *