Home / Promozioni informatica pc / Usare Gmail per la PEC: guida passo passo

Usare Gmail per la PEC: guida passo passo

Usare Gmail per la PEC: guida passo passo

Il servizio di Google permette di gestire la Posta Elettronica Certificata come una normale casella.

Se gestisci piu caselle email con Gmail, sai già che la posta di Google funziona da hub, da collettore della posta, in modo da evitare di spostarsi da un servizio di Web mail all’altro, o di usare client di posta.

La funzionalità Mail Fetcher prima importa tutti i vecchi messaggi in Gmail, poi continua a importare i nuovi messaggi inviati all’altro account.

Permette, inoltre, di aggiungere fino a cinque account, tra cui Gmail e altri provider di posta elettronica.

Tra le caselle che si possono gestire ci sono anche le PEC, la posta elettronica certificata, obbligatorie per professionisti ed aziende.

La prima cosa è recuperare i parametri della casella di posta PEC.

Apri il servizio di Web mail e collegati usando username e password o cerca in Google qualcosa come smtp pop pec aruba” (dove Aruba è il provider di esempio).

Ora che hai i parametri, puoi aprire Gmail per iniziare la configurazione dell’impostazione dei messaggi della PEC.

Vai nel menu degli Strumenti e premi su “Impostazioni”.

Nelle impostazioni si apre la prima pagina.

Generali.

Spostati sulla sezione dedicata alla gestione delle diverse caselle: “Account e importazione”.

A metà pagina si trova la sezione per la gestione degli altri account.

Fai clic sul comando “Aggiungi un tuo account di posta POP3”.

Si avvia automaticamente in una nuova finestra pop-up una procedura guidata per l’impostazione e l’importazione, del nuovo account.

Prima di tutto serve l’indirizzo email PEC.

Dopo aver fatto clic su “Passaggio successivo”: ti si presenta la schermata dove immettere le informazioni di gestione dell’account: password e POP su tutti.

Per la porta, non è 110 ma 995.

Controlla le impostazioni: puoi decidere di etichettare tutte le email con la dicitura “PEC” mentre devi attivare la voce relativa alla protezione SSL e “Lascia copia dei messaggi sul server” così da averne sempre una copia salvata.

Dopo aver premuto “Aggiungi account” Gmail fa tutte le verifiche del caso e, se tutti i parametri sono corretti, inizia a scaricare la posta dal nuovo account PEC. Da ora in poi puoi anche inviare email con il nuovo account.

La PEC, Posta Elettronica Certificata (ovvero l’equivalente elettronico della raccomandata con ricevuta di ritorno) è, o dovrebbe essere, il “domicilio elettronico” di ognuno di noi.

Gia obbligatoria per professionisti e aziende, esiste da diversi anni.

Ma finora ha riscosso pochissimo successo.

Per quali motivi?

Secondo gli esperti, prima di tutto, la PEC è un’anomalia tutta italiana: solo la Tanzania ha uno strumento simile.

Scondo, la PEC e stata imposta per legge.

Ultima cosa: la PEC certifica solo il momento dell’invio e la ricezione della posta, non certo il contenuto: per quello ci vuole la firma digitale.

Per creare una PEC gratuita vai su www.postacertificata.gov.it.

Vedi Cosa è e a che serve la mail certificata per professionisti PEC?

Voto
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa il codice di controllo: *