Home / Promozioni telefonia fissa e adsl / cFosSpeed: tool per ottimizzare la connessione adsl

cFosSpeed: tool per ottimizzare la connessione adsl

cFosSpeed: tool per ottimizzare la connessione adsl
cFosSpeed: tool per ottimizzare la connessione adsl

cFosSpeed: tool per ottimizzare la connessione adsl

Quanti di noi si sono ritrovati a non poter navigare quando è in corso il caricamento di un video su YouTube?
E quanti lamentano di non riuscire a giocare con il multiplayer preferito mentre un altro dispositivo della LAN sincronizza i file con Dropbox o condivide a tutta birra con uTorrent?

Controlliamo la latenza di banda: cFosSpeed ottimizzare adsl

Il rallentamento, se non il blocco totale dei dati in ingresso, con conseguente aumento dei tempi di latenza (ping) e responsabilità del protocollo TCP/ IP e, nello specifico, dell’impossibilità da parte di quest’ultimo di inviare correttamente al server remote il pacchetto ACK (Acknowledge), una sorta di conferma di avvenuta ricezione che consente a quest’ultimo di proseguire con l’invio dei pacchetti successivi.

Impostiamo priorità per singolo software: cFosSpeed ottimizzare adsl

In altre parole, lo scaricamento di un file pesante, non occupa soltanto la banda di download, ma richiede anche “spazio” su quella di upload: una richiesta poco esosa perchè si tratta di una semplice scambio di informazioni tra client e server (in cui il primo comunica al secondo “OK, puoi proseguire con il resto”), ma pur sempre fondamentale.

Per risolvere il problema, quindi, bisogna permettere ai pacchetti ACK di partire senza problemi e per farlo dobbiamo delegare il compito a software specifici che effettuano l’operazione di “traffic shaping”, letteralmente “controllo del traffico”.

Miglioriamo prestazioni: cFosSpeed ottimizzare adsl

Un esempio e cFosSpeed che, se ben configurato, consente di mettere il turbo alia nostra ADM, con risultati davvero eccezionali. Non e un caso che cFosSpeed venga adottato anche da produttori di schede madri (Asus, Gigabyte, AsHock ed M5I) che lo integrano nella loro dotazione software.

Abbassiamo il ping: cFosSpeed ottimizzare adsl

Scarichiamo cFosSpeed (https://www.cfos.de/it) e installiamolo mantenendo i dati richiesti sui loco valori standard.
Clicchiamo due volte sull’icona di cFosSpeed nella system tray di Windows: nella piccola finestra che si apre, clicchiamo sull’icona centrale facendo in modo che raffiguri una freccia verso l’alto: è la modalità a bassa latenza, che da priorità al tempo di ping.

Chi occupa la banda: cFosSpeed ottimizzare adsl

Sempre dalla finestra di crosSpeed, clicchiamo sull’icona a sinistra della freccia.
Si aprirà una schermata del browser con l’elenco delle connessioni in atto: aumentiamo (cliccando +) o diminuiamo (-) la priorità da destinare ad ogni singola connessione.
Così, agevoleremo ulteriormente l’ottimizzazione della connessione.

Gestiamo il traffico: cFosSpeed ottimizzare adsl

Calibriamo la nostra linea ADSL cliccando col tasto destro sull’icona di cFosSpeed e selezionando prima TRAFFIC SHAPING e poi CALIBRAZIONE DELLA LINEA.
Prima di farlo, però, interrompiamo qualsiasi tipo di traffico sulla rete (PC, NAS, smartphone, tablet ecc.).
Il software misurerà in 3 minuti la capacità massima di download e upload della linea.

Priorità ai giochi: cFosSpeed ottimizzare adsl

Per giocare ai multiplayer online con basse latenza, dal menu contestuale di cFosSpeed selezioniamo la voce OPZIONI.
Clicchiamo sulla scheda PROGRAMMI, a sinistra, e poi su quella GIOCHI, in alto.
Scegliamo
titolo (nell’immagine Call of Duty) col quale giochiamo più frequentemente e impostiamo il cursore a destra sulla voce ALTO.

Stop software mangia banda: cFosSpeed ottimizzare adsl

Nella stessa schermata clicchiamo sulla scheda CONDIVISIONE FILE (in alto) e dall’elenco che appare scegliamo il programma che solitamente è responsabile dell’intasamento (congestione) della Banda (ad esempio, Dropbox): assegniamogli una priorità bassa agendo di conseguenza col cursore sulla destra.

TEST LINEA ADSL

Clicchiamo col tasto destro sull’icona di cFosSpeed e dal menu contestuale selezioniamo Traffic Shaping/Disabilita Traffing Shaping.

Avviamo il browser e colleghiamoci al sito www.speedtest.net.

Avviamo la riproduzione di un lungo video su YouTube o uploadiamo sul Cloud un file di grandi dimensioni.

Nella finestra del browser dove abbiamo aperto Speedtest clicchiamo sul pulsante BEGIN TEST e prendiamo nota dei valori di Ping, Download e Upload.

Riabilitiamo poi il Traffic Shaping da cFosSpeed.

Verifichiamo che il video sia ancora in esecuzione (o che l’upload sia ancora in corso) e clicchiamo nuovamente BEGIN TEST in Speedtest. Noteremo che il tempo di ping dimezzato e la banda per il download aumenta. La nostra ADSL è ottimizzata.

Voto
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa il codice di controllo: *