Home / Promozioni Banche investimenti e finanze / Come chiedere un rimborso tramite Paypal

Come chiedere un rimborso tramite Paypal

Come chiedere un rimborso tramite PaypalCome chiedere un rimborso tramite Paypal

Paypal lo conosciamo tutti, è una delle modalità di pagamento più utilizzate per fare acquisti sul web. Del resto, è facile e veloce da usare e protegge maggiormente l’utente dall’esposizione dei propri dati personali, non a caso ho sempre consigliato il suo utilizzo in tutti i video ed articoli in cui ho parlato di shopping online.

Rimborso tramite Paypal: dalla contestazione al reclamo

Quello che, però, forse non tutti sanno che un’ulteriore vantaggio offerto dal servizio di Paypal è la possibilità di richiedere il rimborso qualora la transazione non vada a buon fine. In questo video vi mostrerò passo passo, come effettuare una richiesta di rimborso su Paypal.

Chi ha acquistato on line utilizzando Paypal può aprire una contestazione in qualsiasi momento. Paypal, dal canto suo, si impegna al massimo per gestire al meglio qualunque situazione e per offrire l’assistenza di cui necessitano i suoi clienti.

1 passo: apertura della contestazione

La prima cosa da fare è quella di aprire una contestazione.

Possiamo aprire una contestazione entro 180 giorni dalla data del pagamento.

Dopo esserci loggati al nostro account paypal con i nostri dati, in “cronologia”, cerchiamo l’ordine con cui abbiamo avuto problemi e del quale vogliamo chiedere il rimborso.

Individuato l’ordine, ci clicchiamo sopra per vederne i dettagli

E poi facciamo click su segnala un problema.

In base alla nostra situazione, scegliamo il problema che ci riguarda.

Io scelgo l’opzione…non ho ricevuto l’articolo acquistato.

in “cos’hai acquistato”…scegliamo l’opzione che ci riguarda, io ho acquistato un prodotto, e forniamo qualche informazione aggiuntiva.

Eventualmente aggiungiamo uno screenshot con il riepilogo del nostro ordine.

Ed infine clicchiamo su invia.

La nostra contestazione sarà adesso presente in Messaggi dei venditori.

L’operazione che abbiamo appena eseguito serve per comunicare e cercare di risolvere il problema direttamente con il venditore, in modo amichevole, e senza coinvolgere paypal.

Il venditore potrà infatti rispondere alla nostra contestazione, e potremo quindi metterci d’accordo.

Abbiamo 20 giorni dalla data di apertura della contestazione per risolvere il problema con il venditore, dopodichè la stessa verrà chiusa in automatico e non potremo più riaprirla.

2 passo: Convertire la contestazione in reclamo

Se il venditore non risponde o se non raggiungiamo un accordo, prima dello scadere dei 20 giorni ci conviene convertire la contestazione in reclamo.

Io di solito dopo 4/5 giorni, se non ho ottenuto risposta dal venditore, converto la contestazione in reclamo, ma ripeto, abbiamo comunque un massimo di 20 giorni di tempo per poterlo fare.

Per convertire la contestazione in reclamo basta andare sulla pratica, cliccare su vedi, e poi cliccare qui in basso sulla scritta “inoltra a paypal”.

Selezioniamo un motivo tra quelli proposti nel menu a tendina, aggiungiamo qualche informazione e clicchiamo su invia.

Una volta che la nostra contestazione è diventata un reclamo, (riceveremo una mail da paypal che ci conferma l’operazione) non potremo più comunicare con il venditore, ma solo affidarci all’arbitrato di paypal.

La nostra pratica di reclamo sarà presente nella colonna “In attesa di risposta della controparte”, cioè del venditore.

3 passo: In attesa della decisione di Paypal

Se il venditore risponde, (anche in questo caso una mail ci avviserà di questo)

la pratica di reclamo si sposterà nella colonna “In corso di revisione da parte di paypal”, e dopo un paio di giorni avremo il nostro verdetto.
Se paypal ci darà ragione, avremo vinto il nostro ricorso e riceveremo un rimborso.

Se il venditore non risponde, dopo 10 giorni paypal effettuerà un controllo e deciderà come procedere.
Senza giustificazioni da parte del venditore, il reclamo verrà molto probabilmente risolto a nostro favore e riceveremo un rimborso completo.

Questo è quello che è successo nel mio caso, infatti ho ricevuto un email di paypal che mi ha informato che la pratica è stata risolta in mio favore e che mi è stato effettuato il rimborso dell’ordine.

Chiaramente, se paypal darà ragione al venditore, avremo perso il ricorso, non riceveremo nulla e non potremo più aprire nessuna contestazione riguardante l’ordine in questione.

Voto
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa il codice di controllo: *